The supporters…strange people

In these days we are living cheek to cheek with the supporters of the athletes. And even with all of their friends who come to visit them during the event. Some may be only a few days, others remain a day, others can stay here at the Park The Quiet even a week. There are wives, sons and daughters, friends, relatives, a bit of everything 

In questi giorni stiamo vivendo guancia a guancia con i supporters degli atleti. Ed anche con tutti i loro amici che vengono a trovarli durante l’evento. Alcuni possono stare solo pochi giorni, altri restano una giornata, altri riescono a stare qui al Parco La Quiete anche una settimana. Ci sono mogli, figlie e figlie, amici, parenti, di tutto un po’…

Of course, to follow the athletes so crazy, in a so crazy event, even the supporters could not then be quite normal … We want to give some examples? Let’s start by Jose Manuel Lopez last week, maybe ten days ago (now the days here has no value) received a visit in his Chilean friend.
This guy, very young, didn’t know that the race had been moved to Lonato and so arrived in Peschiera del Garda and from there he called Lopez to ask him where he was. When he found out that the race was held in Lonato has not panicked. He came on foot, with a pair of shoes weird .. but it did just the usual 20 km that separate the two places, but a little more, because of course, not knowing the road, got lost several times. Once he arrived here, he raced with Lopez throughout the marathon, I repeat, all the 42 kilometers …. And then back to Peschiera, where he slept, he gladly accepted a ride!

But this is just one of the stories. Chet Blanton is from Hawaii and two days ago is presented here triple deca ironman, tripledecaironman, ironman,an American woman who seeks him. While she sleeps in Peschiera, where she is on vacation, and came by bike to the Park The Quiet in search of Chet, in the meantime, he returned tired to sleep in a hotel in Solferino Problems? Zero. Jinny has got on his bicycle and went to look for him at Solferino. The next day, Chet made his Ironman, whole and entire, and Jinny started at 6 in the morning, always cycling getting lost in the dark on the streets – to come and support him all day!

And again. Kevin is the best friend of Steve Harvey and he is here from a week now. He follows him everywhere, controls it, assists him. He sleeps about 2 km from the park and the other morning at 6 am we see a big guy because his size is massive walk on the dark side of the road, a tractor that at times it invests. We stop to give him a pass, because the situation seems a bit dangerous but he says “No thanks, I want to walk this morning.” And so it came to the park, walking a kilometer, a kilometer run. And Steve’s wife? Same thing. When athletes come out of the pool and start to ride bike she walk for 3 km to go to reach them. Do not offer her a ride, because even she will tell you “No thanks, I prefer to walk!”

Versione Italiana

Ovviamente, per seguire degli atleti così pazzi, in un evento così pazzo, anche i supporters non potevano poi essere del tutto normali…Vogliamo fare degli esempi? Cominciamo da Josè Manuel Lopez che la settimana scorsa, o forse dieci giorni fa (ormai qui il tempo non ha più valore) ha ricevuto in visita un suo amico cileno. Questo ragazzo, giovanissimo, non sapeva che la gara era stata spostata a Lonato del Garda e così è arrivato a Peschiera del Garda e da lì ha chiamato Lopez per chiedergli dove si trovava. Quando ha scoperto che la gara si svolgeva a Lonato non si è fatto prendere dal panico. E’ venuto a piedi, con un paio di scarpine bislacche..ma non ha fatto semplicemente i 20 km usuali che dividono le due località, ma qualcosina in più, visto che ovviamente, non conoscendo la strada, si è perso più volte. Una volta arrivato qui ha corso con Lopez tutta la maratona, ripeto, tutti i 42 chilometri….E poi per tornare a Peschiera, dove dormiva, ha accettato volentieri un passaggio in macchina !!

Ma questa è solo una delle storie. Chet Blanton viene dalle Hawaii e due giorni fa si presenta qui una signora americana che lo cerca. Anche lei dorme a Peschiera, dove si trova in vacanza, ed è venuta in bicicletta fino al Parco La Quiete in cerca di Chet, che nel frattempo, stanco è rientrato a dormire in albergo a Solferino…Problemi? Zero. Jinny ha inforcato la bicicletta ed è andata a cercarlo a Solferino. Il giorno dopo, Chet ha disputato il suo Ironman, tutto intero, e Jinny è partita alle 6 di mattina, sempre in bicicletta – perdendosi al buio per le strade, per venire a sostenerlo per tutto il giorno !

E ancora. Kevin è l’amico del cuore di Steve Harvey ed è qua ormai da una settimana. Lo segue ovunque, lo controlla, lo assiste. Dorme a circa 2 km dal Parco e l’altra mattina, alle 6 di mattina vediamo un energumeno – perchè la sua stazza è massiccia – camminare al buio sul ciglio della strada, che a momenti un trattore lo investe. Ci fermiamo per dargli un passaggio, perchè la situazione ci sembra un po’ pericolosa e lui ci dice “No grazie, stamattina ho voglia di camminare!”. E così è arrivato al parco, un km camminando, un km correndo. E la moglie di Steve? Stessa cosa. Quando gli atleti escono dalla piscina e cominciano a correre in bici lei si fa sempre a piedi 3 km per andare a raggiungerli. Non le offrite un passaggio, perchè anche lei vi dirà “No grazie, preferisco camminare !”

The supporters…strange peopleultima modifica: 2013-10-04T14:54:58+00:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo